FUMO (2016)

FUMMO FUMO

soli in universi paralleli e lune in galassie distanti

fumate colorate di comete sfuggenti

Scintille di stelle in collisione 

Volteggiando e scivolando tra lingue di fuoco


Fummo piedi pesanti

Che striscian fuori da vescere melmose 

E si muovon instabili in terre nate dal fragore dell'impatto cosmico

Fonte di un magico fiato che divenne vento anch'esso 

E cavalcando l'onda del tempo scalammo montagne verdeggianti di buono


Fummo tribù intorno al fuoco, 

sacerdoti immersi in profumi sacri tra le danze

Da cui nacquero civiltà che volevano raggiungere il cielo 


Fummo sPIETATI arroganti

Pensammo fosse tutto un calcolo, un teorema, un algoritmo, un profitto

Non curanti della forza primordiale delle piccole cose


E Saremo fumo di un ricordo di gloria, di un sorriso sfuggente

fumo di visioni sfocate e di sogni di pace 

fumo della carne che cuoce lentamente tra un fumo e L'altro


SHUSH


PERò ORA NON SIAMO FUMO